F
Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Instagram Segui il Canale Youtube Seguimi su Bloglovin
Shopping Shopping Shopping Seguimi su Instagram Shopping Tutorial Smalto Semipermanente Shopping

lunedì 27 gennaio 2014

Le regole delle (fashion) Blogger. Secondo me.

Ci sono delle volte in cui cominci a riflettere ed elaborare pensieri che non puoi fare a meno di scrivere da qualche parte: su un foglietto, sull'agendina, sul blog, nelle note dell'iPhone.
A volte mi prendono attimi di riflessione e molto spesso riguardano questo mondo patinato che è la moda. Questo succede ogni volta che partecipo ad eventi particolari o in come in questo caso ad AltaRoma, e ogni volta mi riprometto di buttare giù i miei pensieri e scriverne finalmente un post.
Il blog mi fa avvicinare sempre di più al cuore della moda, anche se in una minima parte ho la fortuna di poter vedere questo mondo dall'interno.
A volte mi chiedo se questo sia un bene, se non fosse stato meglio continuare a viverlo guardandolo alla tv, sognando sfogliando una rivista con le ultime tendenze dettate dalle passerelle, mi chiedo realmente se non fosse meglio viverlo con gli occhi di chi non sa e non immagina quello che c'è dietro. Questo mondo sono le persone a "rovinarlo", eppure basterebbe così poco per renderlo davvero patinato come lo immaginano le persone che lo vedono dall'esterno.
E allora mi sono chiesta "quali sono le cose che non mi vanno giù"? Il risultato è che ci sono 8 punti fondamentali a mio parere, e se tutte noi blogger provassimo a rispettarli qualcosa mi dice che tutto sarebbe più bello. Chissà che queste mie riflessioni non facciano riflettere qualcuno. Di sicuro apriranno gli occhi a chi ci legge!




Basta alle guerre blogger-giornalisti.

Partiamo dal presupposto che amo la moda, amo la moda così come la può amare una normale consumatrice e non come la può amare una giornalista che ha studiato moda per anni e anni, facendosi una cultura che chiaramente io non ho. Ed è forse questo il primo punto su cui voglio soffermarmi... Basta guerre tra blogger e giornalisti. Basta sentir dire che i giornalisti si rifiutano di presentarsi ad eventi in cui ci sono le blogger.
Siamo cose diverse. Abbiamo ruoli diversi.
I giornalisti sono una cosa ed i blogger un altra, e nessuno vi porterà via nulla... Credetemi. Sarebbe così bello vedere che queste "guerre silenziose", queste guerre per sentito dire da chissà chi finissero.


Basta all'aria di superiorità alle sfilate. Non tutto vi è dovuto.

Nel corso di questi (quasi) 3 anni di blog ho avuto modo di presenziare ad eventi e sfilate.
E alla mia prima sfilata io mi sono commossa. E' partita la musica e la prima modella ha cominciato a sfilare in passerella... Ed a me è scesa la lacrimuccia. Si perchè per me, quello era un sogno.
Avere la fortuna di vedere dal vivo una sfilata e non più da televisione e riviste... Non è una cosa che possono fare tutti. E sopratutto non tutti possono accedere alla Fashion Week.
E' il sogno di chissà quante persone poter assistere ad una sfilata.
E invece più mi capita di partecipare alle sfilate (e tutt'ora, quando calano le luci e partono le modelle io non faccio a meno di pensare che potrei vivere di questo, che il mio sogno è vivere la moda così) più vedo giornalisti, esperti del settore (che va bene, loro potrebbero pure esserne talmente abituati da non poterne più.. Anche se non lo comprendo) ma sopratutto vedo BLOGGER che quando vanno alle sfilate sembra stiano andando al mattatoio, che non sorridono nemmeno se le pagano, con quell'aria di superiorità...
Ma davvero credete che tutto vi sia dovuto? Credete davvero che sia del tutto normale che ragazze comuni come noi (perchè mettetevelo in testa: noi blogger siamo persone comuni e non vip di Hollywood. Scendete dal piedistallo che vi siete costruite da sole, nella vostra mente) possano assistere a sfilate, Fashion Week, AltaRoma e chi più ne ha più ne metta?
No. La nostra è una fortuna, e voi non siete vip.. Quindi un sorriso alle sfilate fatelo, non ve la tirate, che siete davvero ridicole. E ripetetelo nella vostra testa: non-tutto-mi-è-dovuto. E già che ci siete ringraziate il cielo per la fortuna che avete.


Basta screzi, basta criticare (alle spalle), basta invidiare.

Siamo donne (nella maggior parte) e noi donne siamo pettegole, si sa.
Però ricordatevi che se una blogger ascolta i vostri pettegolezzi e le vostre cattiverie a discapito di altre blogger, la pettegola di turno lo dice ad un'altra, che poi lo dice ad un'altra.. E alla fine le voci arrivano sempre alla diretta interessata.
Sarebbe bello creare un gruppo affiatato di blogger che vanno d'accordo tra loro, che agli eventi non si evitano facendo dei tristissimi gruppetti che neanche alle elementari (dai, ma sul serio? Che tristezza ragazzi!) ma sopratutto sarebbe bello che questa storia dei blog la prendeste con più leggerezza. Non siete sempre voi a dire che il blog è come prima cosa un hobby?


Basta comprare i fan in Burundi. Non vi crede più nessuno.

Davvero credete di essere ancora credibili? Ma per favore!
L'hanno capito tutti che i vostri 100.000 fan sulle Fanpage di Facebook sono fasulli. L'hanno capito tutti che tutti quei fan da "Il Cairo - Egitto" &co. non sono credibili.
E lo abbiamo capito sia noi blogger oneste, sia i PR e le aziende, che finalmente hanno aperto gli occhi.
Ripeto: ma il blog per voi non era un hobby? Cazzarola, è un hobby che prendete davvero con serietà. E che competizione, ragazzi!


Basta scopiazzare rubriche e articoli. Ce la possiamo fare a creare contenuti originali?

Le lettrici dei fashion blog nel 90% dei casi seguono più di una blogger. E vi immaginate trovare sempre lo stesso tipo di post in ogni blog? Passi il post con il recap della settimana su Instagram (che noia! Io dopo due volte ho lasciato perdere), passino i post con i migliori look delle star, ma addirittura rubriche tali e quali con addirittura lo stesso nome e.... le stesse foto? Vi prego. Evitiamo gli scopiazzamenti selvaggi.


Basta ai favoritismi.

.... C'è altro da aggiungere?


Basta "rubare" contatti e collaborazioni.

Anche qui... Credete che nessuno vi sgami quando prendete contatti che non vi appartengono? Credete che tra blogger non si sappiano i nomi di chi puntualmente prende contatti da altre blogger senza averne alcun diritto?
Credete davvero che la maggior parte delle aziende non ci facciano presente quando dopo essere uscito il nostro articolo per la collaborazione che orde di blogger li hanno poi contattati?
Io ve lo dico.... Nella maggior parte dei casi, fate una figura pessima con PR ed aziende. Poi fate voi... Io l'accattonaggio selvaggio di alcuni elementi non lo comprendo.
Magari un giorno me lo spiegate voi!


Basta millantare visite che non avete e iniziare a discutere per classifiche inutili e (in)credibili.

Questa voglia di apparire sempre migliori degli altri blogger non la comprendo. Quante volte ho sentito dire "no, perchè io ho tot visite al giorno, tantissime, neanche pinco pallino ne ha così tante!" per poi capire che non era assolutamente vero?
Che poi, se vogliamo dirla tutta, le classifiche di cui tanto vi vantate (Tanto per dirne due? Les Cahiers e Scenario Mag) non hanno criteri ragionevoli per stilare le liste. E tantomeno non hanno i vostri analytics e non possono vedere le vostre visite. Anche in questo caso, ve ne prego: basta fare pubblicità quando vi fa comodo (= quando siete in una posizione che vi sta bene nella classifica) a queste liste inutili che di credibile non hanno più nulla!


E infondo...

Le regole non sono tante. E se riuscissimo a rispettarle, se almeno ci si provasse, io sono certa che almeno per noi blogger questo ambiente potrebbe davvero essere patinato come credono le persone che ci vedono dall'esterno.
Immaginatevi un ambiente senza critiche alle spalle, senza guerre a chi compra più fan dall'altro capo della terra pur di apparire "famoso", senza elementi che si sentono scesi dalla luna e di essere l'esclusività fatta persona... Immaginatevelo. Non sarebbe davvero il top? Che dite... Ci proviamo?


19 commenti:

  1. Bel post Vale!
    Anche a me da fastidio vedere certi bronci fuori dalle sfilate. Io non sto nella pelle, altro che musi lunghi!

    RispondiElimina
  2. sottoscrivo tutto, ma d'altronde quello del blogger è un microcosmo e, come in ogni ambiente, anche in questo ci sono le malelingue, le falsità e le bugie. quante possono dire di andare avanti a testa alta come noi? poche, e questa soddisfazione mi basta ;)

    Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Vabbè, io e te di questo ne parliamo talmente spesso che ormai sappiamo esattamente quali sono i pensieri dell'altra.. E assolutamente meglio essere oneste con chi ci segue e con noi stesse, e siamo veramente in poche....

      Elimina
  3. Sono d'accordo Vale, ma purtroppo come dice anche Fede qui sopra, ci sono delle situazioni che si creeranno sempre e comunque: a scuola, a lavoro, in comitiva, e anche il "microcosmo fashion blogger" non fa eccezione...Alcune osservazioni sarebbero da prendere davvero come spunto di riflessione e autocritica, come l'acquisto dei follower e l'accattonaggio di chi ruba i contatti...Ma alla fine penso che tu come tante altre ragazze/i fai bene il tuo lavoro, porti avanti il blog con cura e passione e i risultati si vedono...tutto il resto è aria! Un bacione :*

    NUOVO POST SU LEFREAKS.COM || Un outfit “À La Garçonne” e alcune considerazioni sullo shopping online!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede! Si, alla fine non cambierà nulla... Ma mi sono tolta lo sfizio di scrivere ciò che penso!

      Elimina
  4. concordo! più che altro ci sono talmente tante cose più importanti al di fuori, nella vita vera che molti screzi e scaramucce infantili a me paiono davvero ridicole, felice di fare il mio ed essere estranea a certe dinamiche.

    Patchwork à Porter

    RispondiElimina
  5. ma che bel post! Hai toccato un argomento molto particolare con le parole e i toni giusti senza sembrare cattiva usando la giusta diplomazia! Concordo a pieno con quello che hai scritto anche se purtroppo sono in questo mondo da molto poco tempo! Spero di avere la fortuna come te di trovarmi un giorno ad assistere a un sfilata e perchè no magari conoscerci di persona!
    Ti auguro il meglio per te e il tuo blog!
    Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Claudia, sei gentilissima e sono contenta che il post ti sia piaciuto!

      Elimina
  6. sono d'accordo su tutto,sopratutto invidia,critiche e via dicendo sono cose che proprio non riesco a concepire,dovrebbe esserci più solidarietà e amicizia tra blogger!

    RispondiElimina
  7. A me la storia dei "fan comprati" mi ha lasciato davvero spiazzata. Io non riesco a credere che la gente arrivi ad umiliarsi in questo modo :/
    Comunque mi trovo d'accordo con te, purtroppo non posso partecipare a molti eventi (causa lavoro) ma forse è meglio così. Evito di farmi venire il nervoso..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E pensa che un 80% delle blogger li compra. E ancra non hanno capito che ormai le hanno sgamate. Purtroppo ci sono ancora delle aziende con il prosciutto sugli occhi....

      Elimina
  8. Concordo su tutto...sopratutto sull'aria di superiorità di certi blogger sconosciuti a tutti, che pensano di valere molto più di tutte le persone che presenziano agli eventi e alle sfilate!
    Per la storia dei "fan comprati" per me non bisogna puntare il dito sui blogger, ma sui pr che li scelgono per fare collaborazioni :)

    KALEIDOSCOPIC MIRROR

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente, però anche la scorrettezza delle blogger non va di certo premiata...

      Elimina