F
Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Instagram Segui il Canale Youtube Seguimi su Bloglovin
Shopping Shopping Shopping Seguimi su Instagram Shopping Tutorial Smalto Semipermanente Shopping

mercoledì 2 agosto 2017

Personalizzare il giubbino denim per la primavera-estate 2017

Se c’è un tessuto che non passa mai di moda, quello è proprio il denim, ovvero il grande protagonista di una serie di capi indispensabili nel guardaroba di un uomo, dai jeans alla giacca. Ed è proprio la giacca in jeans denim a rappresentare una delle tendenze più interessanti ed apprezzate di questa primavera-estate 2017: un vero e proprio ritorno agli anni ’90, fatto di giacche che possono anche sfoggiare quelle classiche toppe che tanto ci hanno fatto sognare in quell’epoca. E che oggi anche i più giovani possono avere la fortuna di amare e di scoprire. Vediamo quindi tutto quello che c’è da sapere sul giubbotto jeans in denim: un trend duro come la roccia.

Il denim e la giacca: un duetto da favola 

Oggi un guardaroba maschile, per dirsi tale, non può non ospitare una giacca jeans. Nell’onda della riscoperta dei capi vintage di un tempo, infatti, il ventennio scorso è tornato prepotentemente alla ribalta e lo ha fatto proprio per merito del giubbotto in denim, che poi può essere arricchito anche con patch, toppe e spillette di vario genere. Poi esistono tantissime tipologie di giacche jeans: da quelle corte a quelle sciancrate, passando per l’effetto slavato e per le giacche smanicate da indossare su una t-shirt, il giubbino in denim è oramai una costante anche in tutte le sezioni dedicate al jeans da uomo di e-commerce di moda più importanti come YOOX. Ma va anche aggiunto che, rispetto al passato, non sono pochi i cambiamenti che hanno investito anche il giubbino in denim. Ma quali sono nello specifico?

 Giubbotto in denim: oggi meno strappi e più personalizzazione 

 Oggi gli strappi, grandi classici del giubbotto in denim, non rappresentano più la componente principale di questi vestiti: il tipico “sfilacciamento” delle fibre del denim, infatti, viene oggi limitato allo stretto indispensabile, e piuttosto sostituito con un altro effetto estetico di grande impatto, votato ovviamente alla personalizzazione. Ed ecco che oggi sono parecchi i marchi che vi danno la possibilità di personalizzare il giubbotto direttamente in negozio, aggiungendo toppe o altre componenti: senza poi considerare che questa operazione, proprio come accadeva negli anni ’90, può anche essere fatta in casa con del sano fai da te vecchio stile, aggiungendo non solo le patch, ma anche qualsiasi tipo di spilletta. E forse è proprio questo l’aspetto migliore di una tendenza che è sì tornata, ma lo ha fatto puntando maggiormente sulla user experience degli uomini.


Nessun commento:

Posta un commento